Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi.
 
CHI SIAMO

Il PASFA nacque alla vigilia della Prima Guerra Mondiale quando il termine "volontariato" era ancora sconosciuto e l'impegno dei laici nella Chiesa era ancora limitato.
L'idea di istituire i Comitati per l'assistenza spirituale all'Esercito nacque per impulso dell'allora Comandante della Sanità Militare che aveva intuito l'importanza di un aiuto per i Cappellani militari all'interno delle strutture ospedaliere.
Il progetto ricevette l'entusiastico avallo della Regina Elena che delegò le dame di Corte, provenienti da varie località d'Italia, ad organizzare nelle loro città di origine i "Comitati", antenati delle oduierne Sezioni del Pasfa.
IL PASFA NEL TEMPO
Il PASFA si è da subito profuso con impegno nelle attività previste nel suo Statuto a sostegno dei Cappellani e dei militari ammalati, feriti e bisognosi.
Gli anni seguiti alla Seconda Guerra Mondiale hanno dato inizio a una lunga fase di cambiamenti che, anche per la trasformazione della società italiana, hanno gradualmente inciso nell'attività e nella composizione sociale delle nostre FF.AA. Il passaggio dall'"esercito di popolo" a quello di professionisti (sospensione della leva) è stato l'ultimo tassello, solo in senso temporale, di questo processo. Il PASFA, che ha nel mondo militare il suo primo punto di riferimento naturale, non poteva naturalmente non adattare la sua attività alle novità del contesto.
Esattamente come nella prima parte del secolo il PASFA ha continuato ad assistere e visitare i ricoverati delle strutture ospedaliere militari, e proprio come allora, grazie alle segnalazioni dei Cappellani militari, ha offerto sostegno ai militari (anche in congedo) o alle famiglie in difficoltà.
Ma, come dicevamo poco sopra, la società e la storia hanno contribuito gradualmente a portare notevoli novità nel mondo militare e in quello dell'associazionismo. Così, proprio mentre aumentava il suo contributo alla vita ecclessiale, il PASFA si è trovato paradossalmente quasi "a non esistere" a seguito dell'entrata in vigore della cosiddetta "legge quadro per il volontariato", legge 11 agosto 1991, n. 226, che ha introdotto nel nostro ordinamento giuridico la figura delle "Organizzazioni di Volontariato", caratterizzate da un’attività che si esplica essenzialmente, attraverso prestazioni libere e gratuite degli aderenti, per fini di solidarietà sociale e senza fini di lucro. Tuttavia, per poter accedere al regime speciale e godere dei relativi vantaggi, tra i quali preponderanti sono quelli di carattere fiscale, le organizzazioni di volontariato debbono essere iscritte in un apposito registro, tenuto presso ogni Regione e ogni Provincia autonoma. L'iscrizione in detto registro, peraltro, è consentita soltanto previo accertamento di determinati requisiti espressamente previsti dalla Legge, quali la dimostrazione dell'effettivo svolgimento di un’attività di volontariato e l’essere dotati di uno strumento statutario adeguato, improntato ai principi della democraticità, dell’elettività e della gratuità delle cariche associative, nonché della trasparenza nella tenuta della contabilità e nella redazione dei bilanci. è evidente che tale normativa non poteva innestarsi sulla preesistente struttura della nostra Associazione, la quale, fra l'altro, era addirittura priva anche di un atto costitutivo a suo tempo redatto per iscritto, atteso che nel lontano 1915 si era ancora sotto la vigenza di norme preesistenti al Codice Civile. L'opera di "ricostituzione" è stata lunga e laboriosa, ma ha consentito di armonizzare, senza stravolgerli, i principi fondamentali che hanno sempre regolato il PASFA con le nuove esigenze normative.
Nel 2005 il PASFA ha ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica da parte della Prefettura di Roma e nel 2006 la qualifica di ONLUS. La Presidente del PASFA è la Sig.ra Raffaella Liberi Carpitelli

 

Copyright 2015 © PASFA Onlus - Tutti i diritti riservati ? Salita del Grillo 37, 00184 Roma, c.f. 97394480582, NOTE LEGALI

  Site Map